Diario di una mostra

Cos’è un archivio? Com’è fatto? Cosa custodisce di tanto importante?
Come può essere utile alla comunità?

Sono le domande alle quali abbiamo cercato di rispondere
con il progetto e la realizzazione della mostra l’Archivio Svelato.

L’Archivio Svelato – dalla Reggenza alla Ricostruzione

Il progetto e l’allestimento della mostra 

 

Dalla grande linea del tempo disegnata e pensata sulle scrivanie del B.LAB, alle giornate spese tra gli armadi dell’Archivio Storico di Asiago, la mostra l’Archivio Svelato ha seguito un percorso davvero lungo. Innanzitutto perché, come scriveva Elio Lodolini, “un archivio è un organismo complesso di documenti legati fra loro reciprocamente da un vincolo originario, necessario e determinato, per cui ciascun documento condiziona gli altri ed è dagli altri condizionato”. Quindi, bisognava “entrarci” nell’Archivio e, ogni giorno, era necessario percorrere un piccolo pezzo della storia profonda della Reggenza dei Sette Comuni.

Dai verbali delle vicine di Asiago del 1400 magistralmente trascritti da Michela Rodeghiero, ai verbali della Reggenza, dal libro dei Pacta (che siglava nel XV Secolo gli accordi tra la Reggenza e la Serenessima) ai disegni per la Stazione di Asiago dell’Architetto Sullam ritrovati al Museo Ca’Pesaro di Venezia da Ilaria Zacchilli. 

E ancora, i registri di pecore e pastori del 1600, i progetti delle malghe, il piano urbanistico per la ricostruzione della Città di Asiago, gli album sulle malghe realizzati dal fotografo Sandro Brazzale e il reportage dell’incredibile viaggio di Domenico Rigoni Stern, l’ultimo notaio della Reggenza, alla Corte di Francesco II Imperatore d’Austria per reclamare i Privilegi dei Sette Comuni. La costruzione della mostra l’Archivio Svelato ha richiesto quasi un anno di lavoro, tra ricerche documentali e progettazione dell’allestimento. Un anno intenso che ci ha permesso di toccare con mano reperti e documenti che mai avremmo visto e soprattutto ci ha dato occasione per innamorarci ancora più profondamente della storia straordinaria di queste montagne. 

Pin It on Pinterest

Share This